IL MONDO GENIALE DI LUCA BOSIO: arte, talento, fantasia e ricordi – dieci anni dopo 2005-2015

SABATO 12 DICEMBRE 2015

alle ore 16.30

Presentazione del Libro

“IL MONDO GENIALE DI LUCA BOSIO:
arte, talento, fantasia e ricordi –  dieci anni dopo”

il ricavato della vendita del libro sara’ devoluto

all’Associazione “Enrico e Ilaria sono con noi  – onlus” e

alla Missione in Costa d’Avorio della cugina Suor Rosanna Gatto Monticone

Luca Bosio

A dieci anni dalla prematura scomparsa di Luca Bosio, architetto ma soprattutto disegnatore e fumettista di grande talento,  il suo ricordo è più che mai vivo.

Bosio-Luca

Sono tante e tutte significative le tappe della carriera di Luca Bosio: nel 1995, sotto la guida di Renato Bordone, ha contribuito a creare lo stemma del Comune di Villafranca, nel ‘99 ha elaborato la mascotte dei Campionati italiani di ciclismo, vincendo un concorso fra 400.000 partecipanti. Molte anche le collaborazioni per la stesura di pubblicazioni locali e non solo. Importante il suo contirbuto a “Martino di Loreto” di Luigi Piccatto, suo insegnante alla Scuola di Fumetto, romanzo grafico uscito postumo. A otto anni dalla sua scomparsa, nel 2013, alcuni suoi disegni sono comparsi nel libro “Ombre sul Sole” (Tabula Fati) di Enzo Natta.

(Gazzetta d’Asti 2015)

Chi era Luca…
Un grande artista che ha espresso la sua eccezionale genialità in silenzio, quasi in punta di piedi. Un artista il cui talento è forse sconosciuto ai più, ma non certamente ai moltissimi amici ed estimatori che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ed apprezzarne le doti creative ineguagliabili. Le radici sono certamente villafranchesi.
Luca, infatti, è figlio dell’indimenticato Geom. Giuseppe Bosio, “Beppe” per tutti, già Sindaco di Villafranca d’Asti negli anni ’70.
Ma la maggior parte di noi non ha avuto tempo e modo di apprezzare veramente quel ragazzo taciturno, dai modi gentili e dal carattere un po’ schivo che, poco più che ventenne, elaborò la riedizione dello stemma comunale sotto la guida del Prof. Bordone.
E non sono stati sufficienti neanche i numerosi premi e riconoscimenti anche internazionali (la mascotte dei Campionati italiani di ciclismo gli fruttò, nel 1999, un viaggio in Giappone quale primo premio tra oltre 400.000 elaborati pervenuti!!) nè le grandi opere del biennio 2004/05, particolarmente ricco di estro ed iniziative, a farlo conoscere ed apprezzare come avrebbe meritato, dal grande pubblico e chissà, perché mai, anche dal suo stesso ambiente. Gli amici ed i famigliari, conoscendolo nella sua veste più intima, hanno da sempre condiviso quegli aspetti del suo carattere fatti di genialità e fantasia, di creatività ed ironia, persino di goliardia che, unitamente ad una grande disponibilità, hanno caratterizzato il suo mondo fantastico e quello dei suoi affetti.
….
(Giancarlo Malabaila 2007)

BAGNA CAUDA DAY – 20/21/22 novembre 2015

logo Bagna Cauda Day

BAGNA CAUDA DAY 2015

www.bagnacaudaday.it

Prenotazioni tel. 0141.907794 –www.cannondoro.it

Un’idea nuova per un rito antico

Mettere insieme la tradizione del più famoso piatto piemontese con la novità di un incontro che diventa festa, un po’ happening, un po’ evento a sorpresa.

BCD (l’acronimo di Bagna Cauda Day, gioca tra il piemontese e l’inglese) è convocato via Internet e aperto a tutti i fans della Bagna Cauda nel mondo.

Bagna Cauda Day che si può pronunciare con ironia anche anche Bagna Cauda d’aj (ovvero d’aglio)

Lo promuove l’associazione Astigiani, presieduta da Luciano Nattino, che edita un trimestrale di storia e storie, diretto da Sergio Miravalle e organizza eventi legati al recupero della memoria delle terre astigiane.

cropped-img_0618.jpg

Palazzo Gazelli, un luogo storico e le sue accoglienti Cantine, per una bagna cauda dall’atmosfera d’antan affidata alla sapienza dei cuochi del Cannon d’Oro, meta gustosa cocconatese. I locali saranno opportunamente riscaldati.

DOVE SI TROVA: Via Quintino Sella 46 – Asti

CHI CUCINA LA BAGNA CAUDA: Ristorante Cannon d’Oro – Cocconato (AT) – Prenotazioni tel. 0141.907794 –www.cannondoro.it

CHI PORTA IL VINO: Bava – Cocconato (AT) – www.bava.com

DA SAPERE: Per gli “eretici” è prevista su prenotazione la Bagna Cauda senza aglio e per i bimbi non è un problema.

PROGRAMMA

Venerdì 20 novembre dalle ore 20,30 alle 24

Sabato 21 novembre dalle ore 20,30 alle 24

Domenica 22 novembre dalle ore 12:30

Ogni commensale avrà diritto ad una bagna cauda completa, con dolce e caffè al prezzo di 25 Euro. Gli sponsor del Bagna Cauda Day offriranno anche grigliati e sottoli Saclà, “Lingue di suocera” e grissini del panificio Fongo di Rocchetta Tanaro. Per i bambini fino a 10 anni i genitori pagheranno 10 euro.

Il prezzo comprende la Bagna Cauda completa e a volontà, proposta da ogni locale alla sua maniera. Due le principali versioni:  tradizionale o “eretica” con poco o senz’aglio. Con la Bagna Cauda il pane e le verdure fresche di stagione e di tradizione.

I bagnacaudisti riceveranno in omaggio un quaderno edito da Astigiani con storia, citazioni, ricette e il “galateo”del mangiatore di bagna cauda. In omaggio anche il tovaglione d’autore, firmato da Paolo Fresu in tessuto, con logo del Bagna Cauda Day da usare e tenere a ricordo dell’evento.

Per partecipare è necessario prenotare il proprio posto a tavola contattando direttamente il locale scelto, dopo aver verificato la disponibilità dei posti.

Per maggiori informazioni su Bagna Cauda Day contattare l’ Associazione Astigiani  

www.bagnacaudaday.it

info@bagnacaudaday.it

tel. 324.5654070

Giornate Nazionali ADSI – 23 e 24 maggio 2015

Locandina Giornate ADSI 2015

PROGRAMMA di Palazzo Gazelli

Visite Guidate

Sabato 23 e Domenica 24 maggio alle 10, 11, 16 e 17

con prenotazione al 348 71 52 273 o info@palazzogazelli.it

 

Con il Patrocinio

del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Sabato 23 e domenica 24 maggio 2015

quinta edizione delle Giornate Nazionali

Sabato 23 e Domenica 24 maggio 2015 si terrà la quinta edizione delle “Giornate Nazionali A.D.S.I.”, l’iniziativa annuale promossa dall’Associazione delle Dimore Storiche Italiane, che ha l’obiettivo di avvicinare il grande pubblico alla realtà delle Dimore Storiche e accrescere la consapevolezza del ruolo fondamentale dei beni culturali di proprietà privata all’interno del patrimonio storico-architettonico italiano.

L’edizione di quest’annoche prevede l’apertura di oltre 200 dimore, si svolgerà in concomitanza con EXPO 2015 e sarà occasione anche per una riscoperta della grande tradizione enogastronomica italiana, di cui i proprietari di dimore storiche sono attenti custodi. Infatti, oltre a visitare gratuitamente cortili, palazzi, ville e giardini,usualmente non aperti al pubblico, i visitatori saranno guidati dai proprietari alla scoperta di affascinanti residenze di campagna, sede di aziende agricole, e di cantine italiane di prestigio.

Tutela del patrimonio storico-architettonico e del territorio e valorizzazione di produzioni agricole d’eccellenza, in particolare vitivinicole e olearie, saranno dunque i temi portanti della manifestazione, che prevedrà anche la creazione di spazi esperienziali volti a immergere i visitatori nella cultura dei luoghi e a rinnovare la conoscenza di tecniche di produzione tramandate nel tempo, con il prezioso contributo di mastri vinai e oleari.

Giunte alla quinta edizione, le Giornate Nazionali sono ormai un appuntamento consolidatonel calendario dei grandi eventi culturali italiani e hanno un ruolo fondamentale nell’incrementare la familiarità dei cittadini con bellezze storico-artistiche anche poco note del territorio italiano. Offrono inoltre ai turisti provenienti da altri Paesi, ancor più numerosi in occasione di EXPO2015, l’opportunità di visitare luoghi di immenso fascino, spesso fuori dagli itinerari tradizionali. Tutto questo grazie alla disponibilità dei proprietari delle dimore storiche, impegnati nella tutela e nella gestione di beni culturali di pregio immenso che sono parte integrante del patrimonio storico e artistico italiano.

Associazione Nazionale Dimore Storiche
L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia.
Nata nel 1977, l’Associazione conta attualmente circa 5000 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese. 
L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche, affinché tali immobili, di valore storico-artistico e di interesse per la collettività, possano essere tutelati e tramandati alle generazioni future nelle condizioni migliori. 
Questo impegno è rivolto in tre direzioni: verso i soci stessi, proprietari dei beni; verso le Istituzioni centrali e territoriali, competenti sui diversi aspetti della conservazione; verso la pubblica opinione, interessata alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.

www.adsi.it

Twitter @dimorestoriche

Facebook Associazione Dimore Storiche italiane 

In Piemonte i proprietari di diciassette residenze storiche, spesso chiuse al pubblico nel corso dell’anno, apriranno le porte ai visitatori, guidandoli alla scoperta degli usi residenziali delle stanze più antiche, dei reperti storici e degli altri tesori conservati.

Alcune residenze organizzeranno degustazioni enogastronomiche, in una manifestazione che, con la concomitanza con EXPO 2015, sarà occasione anche per una riscoperta della grande tradizione italiana, di cui i proprietari di dimore storiche sono attenti custodi.

ADSI Giornate Nazionali 2015 Piemonte-depliant--low1

ADSI Giornate Nazionali 2015 Piemonte-depliant--low2

Locandina Sara

volantino Centro Family Time

 

GIORNATE A PALAZZO con il Gruppo FAI Giovani e la Scuola PAOLO GRASSI – 16 e 17 maggio 2015

locandinagazelliSabato 16  e Domenica 17 maggio

Il Gruppo ” FAI Giovani – Asti” vi invita a vivere due giornate all’insegna dell’Arte, del Vino e dello Spettacolo.

Ore 15:00 Visite guidate delle Cantine e delle bellezze di Palazzo Gazelli. Ingresso ad offerta minima 2€

Ore 20:00RACCONTI BUFFI“, Prformance degli attori della Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi” di MIlano. Biglietto 10€

Il Rotaract Club di Asti sarà presente durante l’intero pomeriggio di sabato per la vendita di libri usati. Il ricavato verrà interamente devoluto all’Associazione LILT (Lega italiana Lotta Tumori)

Durante l’evento sarà possibile iscriversi al FAI con contributo di 10€ per i giovani da 18 a 25 anni e con un contributo di 20€ per quelli dai 26 ai 40!

Contatti

faigiovani.asti@fondoambiente.it

facebook.com/faigiovani.asti

GOLOSARIA MONFERRATO 2015 sabato 18 e domenica 19 aprile

Golosaria

www.golosaria.it

PROGRAMMA

SABATO 18 E DOMENICA 19 aprile dalle ore 10 alle 19

• Visite guidate delle cantine, delle corti interne e delle scuderie con partenza ogni ora con prenotazione obbligatoria Biglietti € 5, fino a 7 anni gratis

• Banco di degustazione di vini di Asti e del Monferrato e degustazione e vendita di  prodotti tipici del territorio

• Mostra “La Ferrovia che non c’è più” un viaggio tra passato, presente e futuro delle Ferrovie del Monferrato

• Esposizione  delle  deliziose miniature dal Presepe di Anna Rosa Nicola di Aramengo realizzate per Golosaria: “la  Drogheria, il  Banco della Pasticceria ed altre Goloserie

  https://it-it.facebook.com/Nicola.AnnaRosa

Goloserie

Goloserie

Drogheria

Drogheria

• Esposizione dei dipinti di Paolo Viola ” il MERCATO del COLORE”

LOCANDINA PAL GAZELLI - rid

• Find the Cure, Comitato no profit in aiuto aree a basso livello di sviluppo, sarà presente con il proprio stand, dove sarà possibile sostenere l’associazione e  conoscere più da vicino i progetti nei quali sono impegnati, molti dei quali legati a diritti fondamentali dell’uomo quali un adeguata alimentazione e accessibilità all’ acqua “buona”.

LOGO CON SITO

Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate – 7 marzo 2015

Vola7.3.15def2.2

 

Al fine di celebrare, per la prima volta ad Asti, la Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate verrà nuovamente allestita la mostra “La Ferrovia che non c’è più” sul presente, passato e Futuro delle Ferrovie delle Langhe e del Monferrato, presso le storiche Cantine di Palazzo Gazelli ad Asti via Q.Sella 46.
Il programma prevede,  alla presenza di varie Associazioni, Enti, Esperti e liberi Cittadini, una mattinata di studio per la condivisione di obiettivi e strategie comuni finalizzati alla riattivazione del servizio ferroviario, fondamentale vettore di trasporto sotto il profilo pendolare, turistico e di trasporto merci.
Alle ore 8:30 verrà ricevuto il gruppo “Bici e Dintorni” della FIAB di Torino che giunti da Torino con il treno faranno tappa a Palazzo Gazelli per la visita della mostra, per proseguire in biciletta lungo la ferrovia Asti – Chivasso sino a Crescentino.
Alle ore 10:00 avranno inizio gli interventi dei Partecipanti alla presenza del  Presidente della Sezione del Piemonte del Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani.
La fine lavori è prevista per le ore 12:30.