BAGNA CAUDA DAY – 25/26/27 novembre 2016

cartolina2016

BAGNA CAUDA DAY 2016

www.bagnacaudaday.it

Prenotazioni tel. 0141.907794 –www.cannondoro.it

Un’idea nuova per un rito antico

Mettere insieme la tradizione del più famoso piatto piemontese con la novità di un incontro che diventa festa, un po’ happening, un po’ evento a sorpresa.

BCD (l’acronimo di Bagna Cauda Day, gioca tra il piemontese e l’inglese) è convocato via Internet e aperto a tutti i fans della Bagna Cauda nel mondo.

Bagna Cauda Day che si può pronunciare con ironia anche anche Bagna Cauda d’aj (ovvero d’aglio)

Lo promuove l’associazione Astigiani, presieduta da Luciano Nattino, che edita un trimestrale di storia e storie, diretto da Sergio Miravalle e organizza eventi legati al recupero della memoria delle terre astigiane.

cropped-img_0618.jpg

Palazzo Gazelli, un luogo storico e le sue accoglienti Cantine, per una bagna cauda dall’atmosfera d’antan affidata alla sapienza dei cuochi del Cannon d’Oro, meta gustosa cocconatese. I locali saranno opportunamente riscaldati.

DOVE SI TROVA: Via Quintino Sella 46 – Asti

CHI CUCINA LA BAGNA CAUDA: Ristorante Cannon d’Oro – Cocconato (AT) – Prenotazioni tel. 0141.907794 –www.cannondoro.it

CHI PORTA IL VINO: Bava – Cocconato (AT) – www.bava.com

PROGRAMMA

Venerdì 25 novembre dalle ore 20,30 alle 24

Sabato 26 novembre dalle ore 20,30 alle 24

Domenica 27 novembre dalle ore 12:30

Per partecipare è necessario prenotare il proprio posto a tavola contattando direttamente il locale scelto, dopo aver verificato la disponibilità dei posti.

Per maggiori informazioni su Bagna Cauda Day contattare l’ Associazione Astigiani  

www.bagnacaudaday.it

info@bagnacaudaday.it

tel. 324.5654070

home-web_2016

ABACCABIANCA – domenica 12 giugno

Abaccabanca A4

Domenica 12 giugno 2016 dalle 16.30 alle 20.30, si terrà ad Asti la prima edizione di “A Bacca Bianca”; un evento organizzato dll’AIS Asti con il patrocinio del Comune di Asti, che nasce con l’obiettivo di far conoscere i pregiati vini bianchi piemontesi.
Intento della manifestazione è, inoltre, sfatare il mito che identifica il Piemonte con la produzione di ottimi vini rossi trascurando gli eccellenti vini bianchi. Nell’evento saranno coinvolti produttori dell’Alto Monferrato e di quello astigiano, di Gavi, dei Colli Tortonesi, del Roero, delle Langhe e dell’Alto Piemonte che presenteranno i grandi vini ottenuti da vitigni a bacca bianca espressione delle peculiarità pedoclimatiche del territorio piemontese.
Un viaggio che inizierà con l’accoglienza del pubblico nell’affascinante cornice di piazza Statuto, ai piedi della Torre Guttuari, testimonianza del passato medievale della città ed espressione della rinascita del centro storico astigiano, per proseguire verso un altro luogo simbolo della storia astigiana: Palazzo Gazelli (di origine medievale, sede di storiche cantine, in cui si vinificava già a partire da metà del 1600 sino al 1975) meta principale del percorso enologico dove ai banchi d’assaggio sarà possibile degustare gli oltre cinquanta vini a bacca bianca piemontesi serviti dai sommelier dell’AIS.
Peculiarità dell’evento la presenza dei produttori che animeranno la manifestazione con interventi ed approfondimenti.
Il costo del ticket è di 15 euro e permetterà di degustare tutti i vini presenti ai banchi d’assaggio.
Parallelamente è previsto, all’interno dell’antico Palazzo Comunale di Piazza San Secondo, un laboratorio incentrato sulla degustazione di una serie di annate storiche di alcuni dei vini presenti ai banchi d’assaggio. Un’opportunità per conoscere le differenze tra i principali vini piemontesi attraverso assaggi comparati dei più significativi bianchi regionali.
La cornice storica in cui si svolgerà l’evento darà spazio ad importanti momenti di approfondimento artistico e culturale tra cui la mostra d’arte curata dalla pittrice astigiana emergente Feofeo. L’artista per l’occasione realizzerà un dipinto dedicato al tema dell’evento.

Per informazioni  
Paolo Poncino Delegato AIS Asti 339 7339813
Mara Bione 347 1230621
asti@aispiemonte.it      www.aispiemonte.it

Scarica il comunicato: ABACCABIANCA.pdf

 

 

Giornata Nazionali ADSI – 22maggio2016

locandina_22 mag 2016

Dopo il grande successo dello scorso anno, arriva in Piemonte la sesta edizione delle Giornate Nazionali A.D.S.I., l’iniziativa annuale dell’Associazione delle Dimore Storiche Italiane, che si svolgerà domenica 22 maggio 2016.

L’obiettivo delle Giornate Nazionali A.D.S.I. che, aprendo le dimore storiche private soggette a vincolo di tutta Italia e rendendole visitabili, intendono accrescere la consapevolezza dell’importanza dei beni culturali privati per il patrimonio storico-architettonico italiano la cui conservazione gode di un sostegno limitato da parte del settore pubblico.

Grazie a questa iniziativa, che ha recentemente ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, i visitatori potranno accedere gratuitamente a meravigliosi castelli, palazzi, ville, cortili e giardini spesso non aperti al pubblico, ed essere talvolta guidati dagli stessi proprietari alla scoperta di un patrimonio storico e artistico ancora poco conosciuto.

Tra le oltre 20 dimore che prendono parte all’iniziativa dislocate in tutte le province del territorio piemontese, nell’Astigiano aprirà le porte al pubblico Palazzo Gazelli (via Quintino Sella, 46 – 14100 AT): con i suoi cortili, le sue scuderie e cantine nel centro storico di Asti, con orario dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:00. Le Sale al piano terreno sono accessibili ai portatori di handicap. Gradita prenotazione al numero 348 7152273. 

Sempre presso Palazzo Gazelli i visitatori avranno anche l’opportunità di partecipare al “percorso sensoriale tra i profumi del Brachetto d’Acqui DOCG offerto dal Consorzio di Tutela Brachetto d’Acqui ed in collaborazione con il CREA (Centro di ricerca per l’enologia di Asti) a cura della dr.ssa Maria Carla Cravero e dr.ssa Federica Bonello.

Alle ore 17:00 concerto del Gruppo Corale Polifonico Europa Cantat di Reano.

locandina 1

ADSI-locandina2016-05-03_low res

 

 

GOLOSARIA MONFERRATO 2016 domenica 17 aprile

Logo Golosaria 2016-2

PROGRAMMA domenica 17 aprile 2016

10:00 Visita Guidata dei Cortili e delle Storiche Cantine
11:30 con il Comitato Palio San Rocco: Itinerario alla riscoperta dei luoghi del Palio
all’epoca delle Confraternite
Lʼiniziativa storico-culturale si rivolge ai borghigiani, agli astigiani e ai visitatori, che vengono guidati in un itinerario pedonale alla scoperta della storia dellʼantico rione e del popolare borgo biancoverde, animato dalle rappresentazioni teatrali de “I Narratempo”.

La narrazione di questʼanno si colloca poco dopo la metà del 1700, prendendo spunto dalla
vittoria al Palio del celebre “cavallo baio” del Conte Cotti di Ceres, proprietario dellʼattuale
Palazzo Gazelli, che decise di celebrare il trionfo del suo purosangue con un ciclo di
affreschi che costituisce una delle più ricche ed articolate documentazioni della Festa
cittadina del tempo.

Con ritrovo alle ore 11.30 nel cortile di Palazzo Gazelli (Via Quintino Sella 46), lʼitinerario
preparato dagli storici del Comitato Palio porterà i visitatori a rivivere lʼepoca delle
Confraternite (compresa tra il XVII e il XIX secolo), con particolare attenzione alle due
presenti nel territorio del Rione: la Confraternita di San Michele e quella di San Rocco. Al
ritorno a Palazzo Gazelli ci sarà lʼoccasione per visitare le antiche scuderie in cui erano
custoditi gli ambiti cavalli del Conte, e per approfondire la storia del mitico fantino Antonio Ranco, detto “Tognino”, per molti anni autentico dominatore della corsa astigiana, vinta inalmeno 20 edizioni.
Per tutti gli interessati la partecipazione è libera ed è gradito, per ragioni organizzative, un
cenno di adesione alla mail del Comitato Palio (sanmartinosanrocco@yahoo.it)

16:00 Visita Guidata dei Cortili e delle Storiche Cantine,
17:00 Visita Guidata dei Cortili e delle Storiche Cantine, 5€, prenotazione 348-7152273

– 18: 00 Conferenza e Degustazione di Avvicinamento alla Cultura del Buon Bere e della
Viticoltura Sostenibile: La Natura nel Vino
con un gruppo di giovani talentuosi esperti che ci guideranno alla scoperta di eccellenti vini e dei benefici dell’enogastronomia secondo natura: Storia del vino e del paesaggio rurale – Viticoltura convenzionale vs biologica (aspetti controversi e biodiversità) – Vinificazione convenzionale vs tradizionale (con note sull’uso dei lieviti madre) – Degustazione guidata e comparata (note di analisi sensoriale) con tre vini e finger food territoriali – Vino e cibo – Saper bere, temperatura – Vino e salute.
La serata è ad ingresso gratuito e limitata disponibilità di posti. Si consiglia pertanto la
prenotazione.
Per info e prenotazioni tel.3476934330 Giovanni o 3336969068 Cristina o inviare un
messaggio su Fb “La natura nel Vino” .

Visite Guidate dei Cortili e delle Storiche Cantine, 5€, prenotazione 348-7152273

untempoasanrocco2016

LA NATURA NEL VINO A3

IL MONDO GENIALE DI LUCA BOSIO: arte, talento, fantasia e ricordi – dieci anni dopo 2005-2015

SABATO 12 DICEMBRE 2015

alle ore 16.30

Presentazione del Libro

“IL MONDO GENIALE DI LUCA BOSIO:
arte, talento, fantasia e ricordi –  dieci anni dopo”

il ricavato della vendita del libro sara’ devoluto

all’Associazione “Enrico e Ilaria sono con noi  – onlus” e

alla Missione in Costa d’Avorio della cugina Suor Rosanna Gatto Monticone

Luca Bosio

A dieci anni dalla prematura scomparsa di Luca Bosio, architetto ma soprattutto disegnatore e fumettista di grande talento,  il suo ricordo è più che mai vivo.

Bosio-Luca

Sono tante e tutte significative le tappe della carriera di Luca Bosio: nel 1995, sotto la guida di Renato Bordone, ha contribuito a creare lo stemma del Comune di Villafranca, nel ‘99 ha elaborato la mascotte dei Campionati italiani di ciclismo, vincendo un concorso fra 400.000 partecipanti. Molte anche le collaborazioni per la stesura di pubblicazioni locali e non solo. Importante il suo contirbuto a “Martino di Loreto” di Luigi Piccatto, suo insegnante alla Scuola di Fumetto, romanzo grafico uscito postumo. A otto anni dalla sua scomparsa, nel 2013, alcuni suoi disegni sono comparsi nel libro “Ombre sul Sole” (Tabula Fati) di Enzo Natta.

(Gazzetta d’Asti 2015)

Chi era Luca…
Un grande artista che ha espresso la sua eccezionale genialità in silenzio, quasi in punta di piedi. Un artista il cui talento è forse sconosciuto ai più, ma non certamente ai moltissimi amici ed estimatori che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ed apprezzarne le doti creative ineguagliabili. Le radici sono certamente villafranchesi.
Luca, infatti, è figlio dell’indimenticato Geom. Giuseppe Bosio, “Beppe” per tutti, già Sindaco di Villafranca d’Asti negli anni ’70.
Ma la maggior parte di noi non ha avuto tempo e modo di apprezzare veramente quel ragazzo taciturno, dai modi gentili e dal carattere un po’ schivo che, poco più che ventenne, elaborò la riedizione dello stemma comunale sotto la guida del Prof. Bordone.
E non sono stati sufficienti neanche i numerosi premi e riconoscimenti anche internazionali (la mascotte dei Campionati italiani di ciclismo gli fruttò, nel 1999, un viaggio in Giappone quale primo premio tra oltre 400.000 elaborati pervenuti!!) nè le grandi opere del biennio 2004/05, particolarmente ricco di estro ed iniziative, a farlo conoscere ed apprezzare come avrebbe meritato, dal grande pubblico e chissà, perché mai, anche dal suo stesso ambiente. Gli amici ed i famigliari, conoscendolo nella sua veste più intima, hanno da sempre condiviso quegli aspetti del suo carattere fatti di genialità e fantasia, di creatività ed ironia, persino di goliardia che, unitamente ad una grande disponibilità, hanno caratterizzato il suo mondo fantastico e quello dei suoi affetti.
….
(Giancarlo Malabaila 2007)

BAGNA CAUDA DAY – 20/21/22 novembre 2015

logo Bagna Cauda Day

BAGNA CAUDA DAY 2015

www.bagnacaudaday.it

Prenotazioni tel. 0141.907794 –www.cannondoro.it

Un’idea nuova per un rito antico

Mettere insieme la tradizione del più famoso piatto piemontese con la novità di un incontro che diventa festa, un po’ happening, un po’ evento a sorpresa.

BCD (l’acronimo di Bagna Cauda Day, gioca tra il piemontese e l’inglese) è convocato via Internet e aperto a tutti i fans della Bagna Cauda nel mondo.

Bagna Cauda Day che si può pronunciare con ironia anche anche Bagna Cauda d’aj (ovvero d’aglio)

Lo promuove l’associazione Astigiani, presieduta da Luciano Nattino, che edita un trimestrale di storia e storie, diretto da Sergio Miravalle e organizza eventi legati al recupero della memoria delle terre astigiane.

cropped-img_0618.jpg

Palazzo Gazelli, un luogo storico e le sue accoglienti Cantine, per una bagna cauda dall’atmosfera d’antan affidata alla sapienza dei cuochi del Cannon d’Oro, meta gustosa cocconatese. I locali saranno opportunamente riscaldati.

DOVE SI TROVA: Via Quintino Sella 46 – Asti

CHI CUCINA LA BAGNA CAUDA: Ristorante Cannon d’Oro – Cocconato (AT) – Prenotazioni tel. 0141.907794 –www.cannondoro.it

CHI PORTA IL VINO: Bava – Cocconato (AT) – www.bava.com

DA SAPERE: Per gli “eretici” è prevista su prenotazione la Bagna Cauda senza aglio e per i bimbi non è un problema.

PROGRAMMA

Venerdì 20 novembre dalle ore 20,30 alle 24

Sabato 21 novembre dalle ore 20,30 alle 24

Domenica 22 novembre dalle ore 12:30

Ogni commensale avrà diritto ad una bagna cauda completa, con dolce e caffè al prezzo di 25 Euro. Gli sponsor del Bagna Cauda Day offriranno anche grigliati e sottoli Saclà, “Lingue di suocera” e grissini del panificio Fongo di Rocchetta Tanaro. Per i bambini fino a 10 anni i genitori pagheranno 10 euro.

Il prezzo comprende la Bagna Cauda completa e a volontà, proposta da ogni locale alla sua maniera. Due le principali versioni:  tradizionale o “eretica” con poco o senz’aglio. Con la Bagna Cauda il pane e le verdure fresche di stagione e di tradizione.

I bagnacaudisti riceveranno in omaggio un quaderno edito da Astigiani con storia, citazioni, ricette e il “galateo”del mangiatore di bagna cauda. In omaggio anche il tovaglione d’autore, firmato da Paolo Fresu in tessuto, con logo del Bagna Cauda Day da usare e tenere a ricordo dell’evento.

Per partecipare è necessario prenotare il proprio posto a tavola contattando direttamente il locale scelto, dopo aver verificato la disponibilità dei posti.

Per maggiori informazioni su Bagna Cauda Day contattare l’ Associazione Astigiani  

www.bagnacaudaday.it

info@bagnacaudaday.it

tel. 324.5654070